#LA SALUTE VIEN GUSTANDO

FOTO CIOCCOLATO

Il cioccolato

PUBBLICATO IL 02/12/2019

Se è vero che i cibi più buoni sono anche quelli più pericolosi per la salute, il cioccolato sembra essere la classica eccezione che conferma la regola, almeno in parte. Il cioccolato fondente, grazie al contenuto in cacao, rappresenta una delle più generose fonti alimentari di flavonoidi, rinomati antiossidanti presenti negli alimenti di origine o derivazione vegetale, come il tè, il vino rosso, gli agrumi ed i frutti di bosco. Chi vuole beneficiare appieno del prezioso carico di antiossidanti del cioccolato deve abituarsi ai risvolti amarognoli del fondente, in genere, tanto maggiore è la percentuale di cacao e tanto superiore è la presenza di flavonoidi. Non ci dimentichiamo che 100 grammi di cioccolato contengono anche 33 grammi di grassi, nemici della salute del cuore. A coloro che amano il cioccolato il consiglio è di mangiarne (se non hanno problemi di peso o diabete) 20 o 30 grammi al giorno, pari a tre quadretti o due cioccolatini ». C'è cioccolato e cioccolato. La preparazione del prodotto incide sulla quantità di flavonoidi e antiossidanti. Il consiglio è quello di controllare la qualità dei grassi (meglio il solo burro di cacao rispetto ai grassi vegetali che oggi si possono aggiungere al cioccolato) e la percentuale di cacao, che dovrebbe essere almeno al 60-70%. Il cioccolato bianco o al latte non riceve il conforto della scienza quindi è il caso di non farne uso. Il cioccolato fondente che contiene il 70% di cacao è un alimento salutare. Uno studio condotto dell'Istituto Nazionale Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN), ha evidenziato un suo effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari.Il cioccolato fondente è ricco in particolare di flavonoidi, molecole in grado di migliorare i livelli di lipidi nel sangue e la pressione arteriosa, fattori rilevanti per la salute cardiovascolare.Il consumo quotidiano di 2/3 quadretti di cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao può dunque avere effetti positive sulla salute. Sostituire con il cioccolato fondente altri snack poco salutari si rivela quindi un’abitudine sana e soprattutto gustosa! I flavonoidi sono così importanti per la nostra salute perché sono antiossidanti naturali e limitano gli effetti negativi associati a:

  • Elevati livelli plasmatici di colesterolo in modo particolare, della sua frazione "cattiva" imputabile alle lipoproteine LDL;
  • Ipertensione;
  • Infiammazione sistemica;
  • “Irrigidimento” delle pareti vascolari.

Così facendo, i flavonoidi proteggono le arterie dai danni dell'aterosclerosi e prevengono malattie cardiovascolari come infarto e ictus. Inoltre, si presume che questi antiossidanti possano giocare un ruolo determinante nella prevenzione del declino cognitivo legato all’età. Nonostante questo alimento sia ricco di sostanze importanti per la nostra salute, è comunque buona regola non lasciarsi prendere da un eccessivo entusiasmo nei suoi confronti. Il cioccolato fa bene anche grazie al suo contenuto di minerali, come il magnesio – circa 300 milligrammi ogni 100 grammi – il fosforo, il potassio e il ferro, mentre è considerevole anche l’apporto di fibre, che contribuisce al raggiungimento del senso di sazietà, con ripercussioni positive sull'intestino. Inoltre il cioccolato contiene serotonina che è un neurotrasmettitore eccitatorio che, se presente in difetto, causa una riduzione patologica dell'umore. Poiché l'assunzione di cioccolato, soprattutto fondente, aumenta la produzione di serotonina, si potrebbe definire "un'antidepressivo naturale”. Fa bene soprattutto a colazione, ma anche gli spuntini di metà mattinata e del pomeriggio sono momenti opportuni per il consumo, magari in abbinamento con frutta, semi e cereali, evitando gli accostamenti con i cibi grassi come i formaggi e i latticini, considerando il contenuto lipidico del cioccolato.